Carrie Fisher la principessa delle stelle…

Il 2016 è stato un anno orribile per il mondo dello spettacolo e della cultura mondiale, caratterizzato da una serie di lutti tra cui quello della nota attrice Carrie Fisher, famosa per aver ricoperto il ruolo della Principessa Leila nei film della saga di Star Wars. Colpita da un infarto il 23 dicembre 2016 durante un volo da Londra a Los Angeles , in un primo momento le sue condizioni sono state ritenute tali da non essere preoccupanti , ma poi 4 giorni dopo , il 27 Dicembre il triste annuncio della famiglia e . nelle ore successive , successive alla morte di Carrie anche la madre ,la famosissima Debbie Reynolds, è stata colpita da un ictus mortale, sicuramente causato dal forte dolore per la perdita di sua figlia. La vita di Carrie Fisher è stata piena di successi e soddisfazioni: La “Principessa” nacque il 21 ottobre 1956 a Beverly Hills dal cantante Eddie Fisher e l’attrice Debbie Reynolds. Carrie intraprese le orme della madre, a 15 anni abbandonò gli studi dalla Beverly Hills High School per inseguire il suo sogno di fare l’attrice ed entrare a far parte del mondo dello spettacolo. La sua prima apparizione fu nel ruolo di ballerina nel revival di Broadway Irene nel 1973 interpretando la parte della madre, due anni dopo nel 1975 ha il suo primo ruolo in un film, nella commedia della Columbia Shampoo assieme a Warren Beatty, Julie Christie, Goldie Hawn, Lee Grant e Jack Warden..
Prese parte a film come “The Blues Brothers” , “Harry ti presento Sally”, ma il suo grande successo fu reso possibile grazie alla mitica saga che la rese famosa in tutto il mondo: “Star Wars” , arrivata in Italia con il titolo di “Guerre Stellari”, dove interpretò il ruolo della principessa Leila. Carrie intraprese anche la carriera da scrittrice e sceneggiatrice dove si concentrò soprattutto nel periodo tra il 1987 e il 1990 scrivendo romanzi come “Cartoline Dall’Inferno”, di cui scrisse la sceneggiatura per l’omonimo film , e “Surrender the pink” , scrisse anche la sceneggiatura del film “Hook-capitan uncino” e l’ultima sua pellicola risale al dicembre del 2015 , con l’uscita del settimo capitolo della saga di Star Wars .
Nel 1983 sposò il cantautore Paul Simon, ma il loro matrimonio durò solo un anno, in seguito i due ripresero la loro relazione, ma nel 1991 si lasciarono definitivamente. Nel 1991 iniziò una relazione con l’agente Bryan Lourd, da cui ebbe una figlia, Billie Lourd, nata nel 1992, ma la loro relazione terminò nel 1994, quando lui la abbandonò per un uomo, scoprendosi omosessuale.
Le fu diagnosticato il disturbo bipolare dell’umore all’età di 24 anni, ma non fu in grado di accettare la diagnosi fino a quando, all’età di 28 anni finì in overdose. Accettò definitivamente la malattia nel 1987 dopo un esaurimento nervoso. Nel 2009 portò in scena Whishful Drinking , spettacolo teatrale in cui, con stile a metà tra il cabaret e la confessione, ripercorse gli anni della propria vita, parlando delle proprie vicende familiari, del suo disturbo bipolare e del difficile rapporto con il personaggio della Principessa Leila.
Lo scorso Dicembre mamma e figlia ,con la loro morte, hanno lasciato nei cuori dei loro fan un enorme senso di tristezza e sconforto , ma ora sono tra le stelle, come Regina e Principessa, per sempre.

Luciani Lorenzo
Sette Simone

Comments are closed.